agosto 1991 - turchia in auto -- pag. 2

17.07.2022

PAGINA IN COSTRUZIONE

Questo è il prossimo tratto del percorso che da PERGAMO ci porterà a EFESO e alla CASA DELLA MADONNA, poi a HIERAPOLIS e quindi a PAMUKALE.

QUESTO E' IL PROSSIMO TRATTO DEL PERCORSO CHE DA PERGAMO CI PORTERA' A EFESO E ALLA CASA DELLA MADONNA, POI A HIERAPOLIS E QUINDI A PAMUKALE.

07.  EFESO

Èfeso (in greco antico: Ἔφεσος, Éphesos; in latino: Ephesus; turco Efes, inoltre, potrebbe derivare dall'ittita Apasa) fu una delle più grandi città ioniche in Anatolia, alla foce del fiume Caistro, sulla costa dell'odierna Turchia. La città si trovava nell'attuale Turchia approssimativamente fra le città di Smirne (dierna Izmir) e Aydın.

Fu un importante e ricco centro commerciale e, dal 129 a.C., fu la capitale della provincia romana di Asia. Tra le rovine, che ne fanno uno dei più noti siti archeologici del Mar Mediterraneo, sono degne di nota quelle del Teatro, del piccolo tempio di Adriano, della Biblioteca di Celso e dei numerosi stabilimenti di bagni pubblici. Ridotte a una singola colonna sono invece le testimonianze di quello che fu il più celebre monumento di Efeso e, secondo Pausania (4.31.8), il più grande edificio del mondo antico: il tempio di Artemide, una delle Sette meraviglie del mondo, raso definitivamente al suolo nel 401 per ordine di Giovanni Crisostomo, arcivescovo di Costantinopoli.

Nota anche per aver dato i natali ad Eraclito di Efeso, tra i maggiori filosofi presocratici, e per essere stata anche una delle sette chiese dell'Asia citate nel Libro dell'Apocalisse di S. Giovanni (dove vi morì circa verso i 98 anni di età) e dove potrebbe essere stato scritto il Vangelo di Giovanni.

 (Fonte: Wikipedia)

08.  Casa della Madonna

La Casa di Maria (in turco Meryem Ana Evi), è un luogo sacro di cristiani e musulmani, ubicato sul monte Solmisso ad alcune ore di cammino in direzione sud rispetto all'antica Efeso, nell'attuale Turchia occidentale.

È considerata l'abitazione dove visse fino alla fine dei suoi giorni terreni, attorno alla fine del primo secolo, Maria di Nazaret, madre di Gesù Cristo, affidata dal Messia all'apostolo Giovanni, che con Maria si trovava ai piedi della Croce.

(Fonte: Wikipedia)

 

Sui pendii boscosi del monte Solmisso, a pochi chilometri dall’antica Efeso, sorge una piccola cappella conosciuta come la casa di Maria (Meryem Ana). La piccola costruzione, preceduta da un vestibolo risalente al VII secolo, termina con un’abside più antica (sec. IV). Le ricerche archeologiche condotte sull’edificio lo fanno però risalire, almeno nelle fondamenta, al I secolo d.C.

Per secoli, però, questo luogo è stato – per così dire – «dimenticato». Solo sul finire del 1800 i padri lazzaristi di Smirne, sulla scorta di alcune visioni di Caterina Emmerich (1774-1824), una mistica tedesca che descrisse al suo confessore Clemens Brentano momenti e luoghi della vita di Maria, intrapresero delle ricerche, trovando conferme a quanto la suora tedesca aveva raccontato: la casa in rovina, la sua collocazione sul pendio del monte, il mare di fronte.

(Fonte: Terrasanta.net)

 

 

09.  Ierapoli

Ierapoli (anche Gerapoli o, seguendo il nome greco antico, Hierapolis è una città ellenistico-romana della Frigia. Dominava la valle del fiume Lico sulla strada che collegava l'Anatolia al mar Mediterraneo.

Le rovine si trovano nell'odierna località di Pamukkale ("castello di cotone"), situata nella provincia di Denizli, in Turchia, e famosa per le sue sorgenti calde, che formano concrezioni calcaree. Ierapoli di Frigia non è da confondersi con Ierapoli Bambice, in Siria, o con Ierapoli Castabala, in Cilicia (successivamente visitata).

Ierapoli di Frigia è uno dei siti archeologici e naturalistici più frequentati del Mediterraneo, con circa 1,5 milioni di visitatori all'anno[senza fonte]. Le maggiori attrazioni turistiche sono rappresentate dalle concrezioni calcaree, dalle calde acque termali che sgorgano in mezzo alle rovine, e il patrimonio architettonico della città antica: un teatro romano molto ben conservato, una vasta necropoli e il martyrion dell'apostolo Filippo, il cui complesso occupa per intero la collina che sovrasta la città.

 

(Fonte: Wikipedia)

10.  PAMUKKALE

Pamukkale, che in turco significa "castello di cotone'', è un sito naturale della Turchia sud-occidentale, nella provincia di Denizli, prossimo all'omonimo abitato e nei dintorni delle rovine dell'antica città di Hierapolis.

 

Pamukkale è un importante centro turco per i turisti che viaggiano dalle coste dell'Adalia e del Mar Egeo per vedere questo luogo che, in coppia con Hierapolis, è uno dei Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO. Esistono pochi luoghi al mondo simili a questo, ad esempio le Mammoth Hot Springs negli USA, le terme di Saturnia in Italia, e Huanglong nella provincia cinese di Sichuan (altro sito dell'UNESCO).

 

I movimenti tettonici non solo hanno causato frequenti terremoti, ma hanno anche permesso la nascita di numerose fonti termali. L'acqua che ne sgorga è sovrasatura di ioni di calcio e di anidride carbonica, che forma con l'acqua acido carbonico.

 

Emergendo, l'acqua perde gran parte dell'anidride carbonica, spostando l'equilibrio chimico da bicarbonato a carbonato di calcio che, anche a causa dell'abbassamento della temperatura, precipita dando luogo alle caratteristiche formazioni, costituite da spessi strati bianchi di calcare e travertino lungo il pendio della montagna, rendendo l'area simile ad una fortezza di cotone o di cascate di ghiaccio.

(Fonte: Wikipedia)

 

 

1991 - PAMUKKALE - DAVIDE - https://www.giulianobarbonaglia.info/viaggi/1991-turchia-in-auto/1991-turchia-in-auto-02/
1991 - PAMUKKALE - DAVIDE - https://www.giulianobarbonaglia.info/viaggi/1991-turchia-in-auto/1991-turchia-in-auto-02/
1991 - PAMUKKALE - BARBARA - https://www.giulianobarbonaglia.info/viaggi/1991-turchia-in-auto/1991-turchia-in-auto-02/
1991 - PAMUKKALE - BARBARA - https://www.giulianobarbonaglia.info/viaggi/1991-turchia-in-auto/1991-turchia-in-auto-02/
1991 - PAMUKKALE - IO, BARBARA E DAVIDE - https://www.giulianobarbonaglia.info/viaggi/1991-turchia-in-auto/1991-turchia-in-auto-02/
1991 - PAMUKKALE - IO, BARBARA E DAVIDE - https://www.giulianobarbonaglia.info/viaggi/1991-turchia-in-auto/1991-turchia-in-auto-02/

Questo è il percorso da PAMUKKALE per raggiungere FETHIYE, TERMESSOS, ANTALYA, SIDE e ALANYA.

11.  TERMESSO

Termesso (greco: Θερμεσσός) era una città piside costruita ad un'altitudine di oltre 1.000 metri, sul versante sud-occidentale del monte Solimo (attuale Güllük Dağı) nei monti Tauro, nell'attuale provincia turca di Adalia. Si trova 30 chilometri a nord-ovest del capoluogo Adalia. Fu fondata su una piattaforma naturale in cima al Güllük Dağı, situata ad un'altitudine di 1665 metri.

Termessos contiene un'insolita abbondanza di specie animali e vegetali rare, protette all'interno del parco nazionale di Termesso. Nascosto da una moltitudine di piante e circondato da dense foreste di pini, il sito, suo aspetto immacolato ed intonso, ha un'atmosfera più emozionante di altre città antiche delle vicinanze. A causa della sua ricchezza storica, la città è stata inclusa nell'omonimo parco nazionale.

Il mitico fondatore della città è Bellerofonte.

Quello che si sa della sua storia inizia al tempo di Alessandro Magno, che circondò la città nel 333 a.C., e la paragonò ad un nido d'aquila che non riuscì a conquistare. Arriano, uno degli antichi storici che parlarono di questo evento e descrissero l'importanza strategica di Termessos, fa notare che anche pochi uomini erano in grado di difenderla, grazie alle insormontabili barriere naturali che la circondavano. La posizione della città sul passo di montagna che collega la zona frigia alle pianure di Panfilia è descritta da Arriano.

(Fonte: Wikipedia)

12.  ANTALYA

Adalia (in turco Antalya, in greco: Αττάλεια, traslitterato: Attália o anche Sattalia) è una città della Turchia, capoluogo della provincia omonima, situata sul golfo di Adalia alle pendici dei monti del Tauro occidentale.