Cronologia professionale

Historia Profesional

Professional History

 

Commenti alla fine della pagina - Comentarios al final de la pagina - Comments at the end of the page

a.  Professionalità

Approfondite esperienze nei settori amministrativi/gestionali sia in aziende di grandi e piccole dimensioni e sia in Italia che all'estero.

Visione complessiva di tutte le relative tematiche d'impresa, con conseguente competenza di analisi, valutazione, sintesi, scelta e decisione.

Predisposizione al miglioramento, all'organizzazione ed all'ottimizzazione, non che alla soluzione dei problemi.  

 

  

b.  Attività professionali

 

 

 

1.  25.05.2004/30.09.2008

ATIVA S.p.A.

La ATIVA S.p.A. nasce nel 1954 per volontà della Provincia di Torino, del Comune di Torino e di alcuni enti privati per la costruzione e l’esercizio dell’autostrada Torino-Ivrea-Quincinetto (A5). Successivamente le competenze dell’ ATIVA sono state estese alla bretella Ivrea-Santhià (A4/A5) ed al Sistema Autostradale Tangenziale Torinese (SATT). L’opera più recente realizzata ATIVA è la diramazione autostradale Torino-Pinerolo, comprensiva del 1° tronco costruito nel 1992 e del 2° tronco recentemente concluso

TORINO

Concessionaria autostradale

Autostrada Torino Ivrea Valle d’Aosta

Autostrada Santhià Ivrea

Sistema Tangenziale di Torino 

ASSISTENTE DEL DIRETTORE GENERALE e RESPONSABILE ORGANIZZAZIONE

 

2.  01.01.2004/15.05..2004

CONZORZIO ITALCOPO' IN LIQUIDAZIONE

PARMA

Incaricato dell’espletamento delle operazioni principali e prioritarie di chiusura del consorzio di cui al punto successivo.

 

3.  06.1991/31.12.2003

CONZORZIO ITALCOPO'

PARMA

Ingegneria Idraulica e territoriale

RESPONSABILE AMMINISTRATIVO, PERSONALE, SERVIZI

Dal 1984 il Consorzio Italcopò e per conto dell’Autorità di bacino del fiume Po, ha svolto attività di studio ed indagini settoriali sul bacino padano a supporto tecnico dell’Autorità medesima per la predisposizione del Progetto di Piano di bacino (ex L. 183/89) o di suoi stralci funzionali e la programmazione e gestione ordinaria.

Piani Stralcio realizzati:

·       PAI, Piano per l’Assetto Idrogeologico;

·       PSFF, Piano Stralcio Fasce Fluviali;

·       Piano straordinario per le aree a rischio idrogeologico molto elevato;

·       Progetto di Piano Stralcio per il controllo dell’eutrofizzazione;

·       Progetto di Piano Stralcio sul bilancio idrico.

Il Consorzio era partecipato da  primarie Imprese e Società di ingegneria: Spea (poi sostituita da Italeco), Montgomery Watson, Technital, Lombardia Risorse, Idroser, Il Nuovo Castoro, Tecnosynesis.

 La ns. organizzazione era strutturata con una sede legale in Roma e con una sede operativa a Parma, a cui erano preposti un Direttore tecnico e la mia figura, che riferiva direttamente al Presidente del Consorzio.

Ero responsabile della gestione amministrativa ed organizzativa, non che di una Società associata, con particolare riguardo alla Contabilità Analitica, ai Budget ed al Controllo di gestione.

  

4.  10/1988 - 5/1991

SPEA S.p.A. - Milano

Spea Ingegneria Europea S.p.A., società del Gruppo Autostrade per l'Italia, dal 1961 sviluppa servizi integrati di ingegneria nel settore delle infrastrutture di trasporto: progetti, direzione dei lavori, monitoraggio e manutenzione.

I tecnici Spea si occupano sia di infrastrutture nuove, sia di adeguamento e di ampliamento di strutture esistenti ai nuovi standard di sicurezza.

Progetti di ripristino e di manutenzione, catasti informatizzati, studi di impatto e di inserimento ambientale, monitoraggio ambientale e opere di mitigazione sono al servizio del gestore per la sicurezza dell'utente, la tutela dell'ambiente e la salvaguardia del territorio.

 TURCHIA

Progettazione esecutiva Autostrada Tarsus-Adana-Gaziantep

 50 Espatriati e 70 Locali

RESPONSABILE AMMINISTRATIVO E SERVIZI GENERALI

 

5.  9/1987 - 9/1988

Consulente di organizzazione

- RICERCA E SELEZIONE DEL PERSONALE

- ANALISI E VALUTAZIONE DELLE MANSIONI

- PIANO ORGANIZZATIVO AZIENDALE

 

6.  5/1986 - 7/1987

Cogefar S.p.A. – Milano

TANZANIA

Ricostruzione diga e strade

270 Espatriati e 150 locali (sede di Dar Es Salaam)

RESPONSABILE DEL PERSONALE 

 

7.  8/1984 - 12/1985                                     

Italstrade-Recchi S.p.A. – Milano

Italstrade SpA era una società operante nel settore dell'ingegneria e delle costruzioni di infrastrutture civili (strade, ferrovie): in origine, era controllata al 100 % da Iritecna SpA, holding interamente posseduta da IRI SpA. La società, pertanto, operava nel settore degli appalti pubblici.

Italstrade, a causa delle pesanti perdite registrate nel periodo 1992-1994 venne in un primo tempo attribuita ad Iritecna per essere dismessa. Successivamente, in considerazione del notevole portafoglio ordini venne considerata interessante per investitori privati; pertanto, la totalità del capitale della società venne conferita a Fintecna SpA, nell'ottica della sua privatizzazione.

Tra il 1997 e il 1999 Fintecna cede tutte le azioni di Italstrade al gruppo Astaldi.

il Gruppo Recchi comincia nel 1933 a realizzare e gestire (in una sorta di moderno General Contractor ante litteram, almeno nel panorama italiano) le più prestigiose opere stradali, idroelettriche, portuali, edili, industriali e civili in 5 continenti, divenendo nel corso del XX secolo una delle più importanti realtà italiane nel mondo delle costruzioni. Un primato che vale al Gruppo Recchi l'assegnazione – per ben due volte (1981-1989) – del premio Ingersoll-Rand, riconoscimento di grande prestigio internazionale.

TURCHIA

Costruzione diga Karakaya

 490 Espatriatri, 2100 Locali e 900 Subcontrattori

RESPONSABILE DEL PERSONALE E SERVIZI

 

8.  5/1981 - 8/1984

Impregilo S.p.A. – Milano

L'impresa opera a livello mondiale per la realizzazione di grandi opere infrastrutturali che contribuiscono allo sviluppo economico e sociale di molti Paesi. L'attività centrale della Business Unit Grandi Opere è oggi la costruzione di ferrovie, dighe e impianti idroelettrici, reti autostradali, stradali e metropolitane, oltre a opere marittime e lavori specializzati in sotterraneo.

VENEZUELA

Costruzione diga La Honda Uribante-Caparo

 190 Espatriati e 2300 Locali

 RESPONSABILE DEL PERSONALE, SERVIZI e Assistente Direzione

 

9.  10/1980 - 5/1981

Cartiere Riunite S.p.A.

Toscolano Maderno – BS

550 Dipendenti

CAPO DEL PERSONALE e RESPONSABILE ORGANIZZAZIONE

 

10.  6/1979 - 10/1980

 Impregilo S.p.A – Milano

PAKISTAN ed ARGENTINA

Costruzione diga di Tarbela e diga di Alicura

RESPONSABILE DEL PERSONALE

 

11.   6/1968 - 6/1979

 Cartiere Italiane Riunite S.p.A.

L'evoluzione della Cartiera può essere verificata in riferimento a date ben precise: anno 1580, data di fondazione; anno 1873, data di costituzione della società anonima che dà il via ad una impresa con caratteristiche tipicamente industriali; anno 1950 data in cui hanno inizio i grandi investimenti nella struttura (non negli impianti), ma anche data d'inizio della parabola discendente delle sorti dello stabilimento. A ciascuna di queste date si può, inoltre, far risalire inizio, trasformazione e ristrutturazione delle produzioni.

Serravalle Sesia – VC

850 Dipendenti

CAPO DEL PERSONALE e RESPONSABILE ORGANIZZAZIONE

   

12 .  1967

 SAMIT S.p.A

Borgosesia – VC

550 Dipendenti

ADDETTO UFFICIO PERSONALE

 

  

 

c.  Attività di ricerca

Durante il periodo di lavoro presso le “Cartiere Italiane Riunite S.p.A.” ho collaborato col Dr. Giorgio Girard alla ricerca aziendale finanziata dal C.N.R. su “lavoro, motivazione e valori sociali”.

L’attività di supporto è consistita nel sottoporre al personale uno specifico questionario, effettuare analisi statistiche e formulare interpretazioni dei dati.

     

Novembre 2008

I like-me gusta 

Condividi–Comparte– Share ►


Commenti: 4
  • #4

    diego coriasco (venerdì, 17 agosto 2012 22:22)

    Buongiorno,
    mi imbatto casualmente nel suo sito per il quale le faccio i miei complimenti: chiaro, scorrevole interessante.
    Scrivo di getto per un consiglio: mi sono trasferito a Varallo da due mesi ma il mio lavoro ha sede a Torino dove sono nato e ho vissuto 36 anni (la mia vita finora). Motivo del mio trasferimento: elevare la qualità della mia vita.
    Posso lavorare molto in telelavoro ma per non isolarmi in casa per 2, 3 giorni alla settimana (dove il rischio di essere disturbato dai miei due figli tra l'altro è, giustamente, elevato!), sto cercando un luogo dove fare co-working.
    Ho chiesto a chiunque mi capitasse di incontrare qui, dai giardinetti coi figli al panettiere, all'agenzia immobiliare, agli studi di avvocati e altro.
    Al momento sono in attesa.
    Fisicamente ho davvero solo bisogno di un luogo tipo ufficio...poi il co-working è un ottimo modo per entrare in relazione e scambiare conoscenze e competenze: questo in qualche modo spero possa essere il plus da poter offrire io in cambio (oltre ad eventuali spese in quota parte per la scrivania ed eventuali ulteriori minime attrezzature tipo la rete, un fax, una fotocopiatrice...).
    Mi permetto di scrivere anche a lei, mi sembra un uomo che ha fatto delle relazioni il suo lavoro!
    Grazie in qualsiasi caso.
    Diego Coriasco
    coriasco.lavoro@consorziokairos.org

  • #3

    Mario R. (mercoledì, 14 marzo 2012 00:10)

    Salve.
    Vivo in un ambiente di lavoro pessimo e conflittuale, però a me manca il coraggio di cambiare come ha fatto lei.
    Da 20 anni lavoro presso la stessa azienda e come dirigente devo sottostare a certe direttive, a dir poco, vergognose.

  • #2

    Filippo Bertella (mercoledì, 07 marzo 2012 18:44)

    Sono invidioso di così tante esperienze professionali in Italia e nel mondo.
    Complimenti anche per il suo sito. Un saluto cordiale.

  • #1

    Angelo (domenica, 27 novembre 2011 00:25)

    Ciao Giuliano.
    Sei stato e sei un gran lavoratore!

PER APPROFONDIMENTI SU VITA E LAVORO ALL'ESTERO ANDARE A:  http://www.giulianobarbonaglia.info/estero/